Nel giugno 2023 abbiamo incontrato il top management di Angiodynamics e i distributori del resto del mondo per definire la strategia e gli obiettivi per gli anni a venire.

I prossimi anni saranno fondamentali poiché espanderemo le indicazioni per i prodotti esistenti come AngioVac, completeremo la linea di trombectomia con l’aggiunta di AlphaVac e lanceremo sul mercato la piattaforma laser Auryon, ampliando al contempo le sue indicazioni con studi clinici che Delta Hospital guiderà insieme il suo partner di ricerca clinica, la Cardiovascolare Laser Society.



Proprio per quanto riguarda l’Auryon, le istantanee seguenti mostrano quanto siano promettenti i risultati di questa semplice tecnologia e quanto siano superiori rispetto alle tecnologie concorrenti disponibili.



Le immagini ingrandite a banana mostrano ciò che un passaggio di una fibra Auryon offre in termini di elevata precisione di taglio e nessun danno ai tessuti biologici circostanti.



Infine, nel 2024 sarà pubblicato un registro più ampio di quello esistente che comprenderà i risultati di 674 pazienti con AngioVac trattati in Europa e che segnerà definitivamente il prodotto come un trattamento sicuro ed efficace per trombi ed emboli di grandi dimensioni che non sono attualmente curabili con prodotti alternativi.



Il Delta Hospital ha inoltre contribuito a una causa umanitaria scelta da Angiodynamics e ha effettuato la donazione più grande tra i partner di distribuzione che hanno partecipato.

Il benessere dei pazienti e il volontariato sono da tempo aree di interesse fondamentale del Delta Hospital e anche questa volta non ci siamo trattenuti.



Infine, tra i premi assegnati ai distributori presenti, il nostro CEO Gabriele Meloni ha ricevuto da Laura Piccinini, SVP International di Angiodynamics, quello per aver fornito il massimo valore al lancio del nuovo prodotto che presto raggiungerà il mercato.